Dall’analogico al digitale e ritorno

Grete Hermann

Quando ho iniziato a studiare musica elettronica andavamo allo studio di fonologia della RAI dove si utilizzavano solo apparecchiature analogiche che allora erano all’avanguardia.
In seguito i computer sono diventati sempre più potenti e nel corso degli anni 80 le apparecchiature analogiche sono state via via dismesse.
I miei sint e registratori sono finiti in cantina ad impolverarsi.
Enorme la differenza di possibilità e grande la qualità e praticità dei sistemi digitali.
Ora negli ultimi 10 anni sempre più mi viene richiesto dai giovani con cui collaboro di usare i vecchi sint.
Incredibilmente sono tornato a pubblicare LP, un formato che pensavo ormai morto.
E’ interessante riflettere su queste nuove tendenze.
Porterò anche un Moog ed un synthi EMS per fare degli esempi sonori.
Alla fine sono due mondi che possono convivere sfruttando i vantaggi di ognuno.

Innovazione Storia